venerdì 8 novembre 2019

La verità sui finti invalidi e i furbetti da cartellino che i Media non ti dicono

Immagine correlata



Di tanto in tanto, quando i media asserviti al potere non hanno i classici nemici da farci odiare, quali il mussulmano, l'immigrato, o il leader politico della fazione diversa dalla nostra, tirano fuori dalla manica la vecchia ma sempre efficace carta del "furbetto da cartellino" o del finto invalido.


Queste notizie che si ripetono ciclicamente, pur essendo vere, non hanno tanto lo scopo di mettere in evidenza la truffa in se stessa, quanto nel portarci ad odiare inconsciamente chi tra il popolo sfruttato, ha avuto il coraggio di rischiare il tutto per tutto pur di non lavorare.

Perchè a ben pensarci questa è la ragione di base, di cui, però, i media asserviti non ci parlano mai, ovvero perché un cittadino arriva a tanto pur di non lavorare?




Risultati immagini per finti invalidiSe un uomo o una donna arriva a fingersi cieco e paralitico dovendo ogni giorno fingere in pubblico per non farsi beccare e vivendo una vita di dura recitazione pur di non lavorare, significa solo una cosa, il lavoro per quella persona risulta sgradevole e indesiderato a tal punto da scegliere di fingersi invalido a vita.

Ovviamente la gente perbene non ritiene giusto che un suo simile percepisca dei soldi (pensione d'invalidità) per fingere, ma vorrei ricordare a questi che queste sono infondo truffette ridicole, se paragonate a quegli uomini in giacca e cravatta che percepiscono dai 10.000 ai 30.000 euro al mese, per tutta la vita, sostanzialmente per aver promesso aria fritta ad un branco di creduloni e di aver scaldato la poltrona per qualche mese appena, di fatto però, senza mai aver lavorato veramente.





Passiamo ora ai "furbetti del cartellino" l'altro nemico del popolo che i Media vogliono farci odiare a tutti i costi...

I furbetti del cartellino che timbrano e poi vanno al bar con gli amici, sono spessissimo impiegati pubblici, ma i Media vi hanno mai detto perché timbrano e poi si assentano? Semplicemente perché lavorano in luoghi dove c'è poco o nulla da lavorare...

La pubblica amministrazione non ha lavoro continuo come la fabbrica, e spesso 1-2 persone bastano per coprire il lavoro di una mattina, ma quando si trovano il 5-6 per ufficio spesso questi individui sono costretti a far finta di lavorare, e ammettilo, anche tu lo hai fatto in qualche occasione, perché arriva a volte quel momento in cui non c'è proprio un ca**o da fare e allora improvvisi, gesticoli nervosamente le mani per paura che qualcuno ti scopra fermo e improduttivo!



Immagine correlataRicordo quando lavoravo in una fabbrica e c'erano giornate in cui davvero non c'era nulla da fare e allora mi mettevano a scopare il pavimento, e andavo avanti e indietro inutilmente per delle ore, pulendo dove avevo già pulito, solo per figurare che facevo qualcosa, ma dentro di me quale noia provavo! 

Avrei preferito che qualcuno mi dicesse: "Vai a casa oggi" ma i padroni vogliono che ti sudi quella miseria di stipendio che ti danno fino all'ultimo goccia.

La verità è che i furbetti da cartellino spesso timbrano ed escono per non morire di noia senza far nulla nelle ore buche, e la verità è che chi si finge zoppo o cieco per anni e anni pur di non lavorare, vuol dire che il lavoro per lui significa qualcosa per cui fuggire ed evitare a tutti i costi. Questo dovrebbe portarci a riflettere sulla costrizione sociale del lavoro....

Perché tutto questo?

Perchè viviamo in un Sistema che invece di sviluppare in noi le nostre potenzialità latenti e trasformarle in un mestiere, ci scolarizza per poi sbatterci in faccia il triste mondo del lavoro dove la parola d'ordine è : ADATTARSI.

Ma non tutti si adattano, alcune migliaia di persona si ammalano di depressione, ricorrono ai farmaci, altre impazziscono di stress e nervoso, altri invece si adattano perfettamente alle catene assegnateli e difendono questo Sistema, essi sono coloro che criticano e condannano i furbetti da cartellino, i finti invalidi o anche chi osa prendersi un giorno di permesso...state alla larga da questi servi non dichiarati!

Infine c'è chi non si adatta e cerca in tutti i modi di sfuggire al mattatoio lavorativo, ecco perché io vedo in questi personaggi degli eroi ribelli che vogliono conservare integra la propria individualità, e sono certo che la loro non è "poca voglia di lavorare", perché la voglia di lavorare verrebbe ad ognuno di noi spontanea se vivessimo in un Paese che ci consenta di fare delle nostre passioni il nostro lavoro, invece viviamo in un contesto sociale dove gli artisti fanno i muratori (per necessità), dove laureati vendono panini al Mc (per necessità), dove i sapienti sono scavalcati dai raccomandati ecc ecc...

Come dice Silvano Agosti:

"Si potrebbe garantire a tutti una casa e un pasto caldo al giorno con il 20% delle spese militari...

Immagine correlata


5 commenti:

  1. Un vero invalido percepisce 280 euro di pensione, questa non è una truffa?... Inoltre non tutti gli invalidi per percepire quella miseria devi avere un invalidità almeno del 75%... Per gli altri nisba,inoltre non hai nemmeno più vantaggi nei concorsi pubblici ed è difficile che ti trovino un lavoro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il problema è che queste truffe nascono da questo sistema di cose che, per sua natura è esso stesso truffaldino al quadrato. Con una gestione più umana del lavoro, dove le 8 ore vengono abolite, si viene a creare una società più serena, dove non esista più il bisogno di evadere o di scappare da una mansione a tutti i costi.

      Elimina
  2. I gotta bookmark this website it seems extremely helpful very useful. Thanks for sharing.

    RispondiElimina
  3. Carissimo, condivido appieno il tuo pensiero. Inoltre i finti invalidi sono da stimare perchè hanno trovato il giusto modo di approfittarsi di questa società sfruttatrice e opprimente piuttosto che esserne vittime, e, per di più, almeno sotto questo riguardo, per vivere in questa società incancrenita senza sostenerla.

    RispondiElimina
  4. Sei proprio ridicolo.
    A quando un articolo a favore dei ladri perchè, poverini, lavorare è faticoso quindi è piu semplice rubare in casa altrui e/o fare male ad altri?

    RispondiElimina