Google+ Followers

mercoledì 20 gennaio 2016

Macchine sempre più grandi e case sempre più piccole


Se c'è una cosa che ho notato di recente è questa: 
in giro, nonostante la crisi, ci sono macchine sempre più grandi, perfino macchine nate piccole come la punto o la clio, nelle loro ultime evoluzioni sono aumentate parecchio di volume.

Forse è la strategia dei costruttori, forse è la pretesa dei clienti di avere si macchine piccole, ma allo stesso tempo "presentabili", o forse è per il fatto che avendo a disposizione case e appartamenti sempre più piccoli, si sente la necessità inconscia di possedere almeno la macchina più grande.

Fateci caso: Lo spazio in cui viviamo si fa sempre più piccolo, il boom economico degli anni 90 ci ha fatto prosperare troppo, sono nate troppe persone e di conseguenza lo spazio si è ridotto, tanto è che 50 anni fa, per chi riesce a trovare una vecchia foto della sua città, paese, paesino, può notare la drastica differenza dell'ambiente in cui vive.

Nel mio paese per esempio, dove ora c'è una grande strada con circa una cinquantina di condomini e infiniti pali della luce, ieri circolava un torrente che ora non esiste più, ieri c'era l'acqua e il verde dei prati, qualche casa colonica contadina e decine di alberi da frutto, ora tutto quel verde non c'è più, tanto che d'estate l'afa ristagnante sopra l'asfalto diventa insopportabile.

Questo è ciò che oggi chiamiamo "urbanizzazione" e che con il passare degli anni limiterà sempre più la nostra libertà, io tutto questo lo vedo, lo noto, ma credetemi, anche chi non lo vede con gli occhi fisici lo percepisce in forma inconscia, sente che qualcosa va storto ma non sa cosa e allora compensa la sua voglia di spazio acquistando la macchina più grande, questo i costruttori sembrano averlo capito bene...

Possiamo dunque avere una prospettiva dei prossimi cinquant'anni?

- Le strade saranno perennemente trafficate, andare da casa al lavoro sarà un vero e proprio inferno.

- Solo i più ricchi potranno permettersi "casa propria", isolata dal resto del caos e con un piccolo prato verde dove rilassarsi, per il resto degli schiavi saranno disponibili al massimo i parchi giochi.

- Non avendo la possibilità economica di permettersi una vera casa milioni di persone apriranno nuovi mutui per comperare auto sempre più sfarzose, di conseguenza assisteremo a gente sempre più imbranata nel parcheggiare a causa delle dimensioni sproporzionate della propria auto.

- L'affitto si farà sempre più caro e rappresenterà l'unica soluzione di sopravvivenza per i giovani che vogliono essere autonomi ma non avranno la possibilità di avere un lavoro fisso.

- Sempre più parcheggi diventeranno a pagamento a causa dell'esubero di auto in circolazione.

Daniele Reale



Nessun commento:

Posta un commento