Google+ Followers

martedì 19 gennaio 2016

Giovani chiamati a lavorare per 400 euro al mese: L'assurda proposta del Ministero per i Beni e le Attività Culturali


Il bando presentato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali ha sollevato fin da subito numerose polemiche e molta indignazione.

Quest'ultimo propone infatti di assumere giovani volontari dai 18 ai 28 anni per lavorare in musei e siti archeologici aderenti al Giubileo della Misericordia, in forma quasi gratuita, in poche parole uno sfruttamento schiavista mascherato da una ingannevole opportunità di formazione...

In pratica i volontari supporteranno le "risorse umane" coinvolte nelle seguenti azioni: vigilanza del patrimonio museale all’interno dei locali espostivi e nelle aree di pertinenza del museo, accoglienza del pubblico fornendo la prima informazione, svolgendo funzioni connesse all’accesso del pubblico.



E una volta passate le selezioni tramite una valutazione 
dei requisiti richiesti, quali sono le condizioni 
e la retribuzione offerta?!


Le ore settimanali che i giovani volontari devono assicurare sono 30, per 5 giorni la settimana con però la data disponibilità ad essere chiamati in servizio anche nei giorni festivi e prefestivi.


Inoltre i volontari coerentemente con le necessità progettuali dovranno essere disposti a garantire una flessibilità oraria in caso di esigenze particolari, una disponibilità alla fruizione dei giorni di permesso previsti in concomitanza della chiusura della sede di servizio (chiusure estive e festive) una partecipazione a momenti di verifica e monitoraggio, nonché alle attività volte alla certificazione delle competenze, una frequenza di corsi, di seminari e ogni altro momento di incontro e confronto utile ai fini del progetto e della formazione dei volontari coinvolti, anche nei giorni festivi, organizzati anche dagli enti partner del progetto, una partecipazione a supporto di attività dell’Ente e degli enti partner, anche in giorni prefestivi e festivi e ad osservare e garantire la riservatezza dell’ente e della privacy di tutte le figure coinvolte nella realizzazione del progetto.



Il compenso mensile è di 433,80 euro
in pratica meno di 14 euro al giorno!!!


Insomma, con la scusa della finta crisi economica, molti giovani disperati accorreranno volentieri a questa proposta. Opportunità o sfruttamento? A voi le conclusioni!

Daniele Reale

Per saperne di più leggi anche: 

http://www.ilprimatonazionale.it/cronaca/lavorare-14-ore-giorno-400-euro-mese-offerta-beni-culturali-giovani-38286/

http://www.beniculturali.it/mibac/opencms/MiBAC/sito-MiBAC/Contenuti/Concorsi/2015/visualizza_asset.html?id=157725&pagename=234

8 commenti:

  1. Signori non è niente di nuovo... è come il servizio civile. 30 ore al mese per 433,80€ al mese. Ma almeno con questo tipo di contratto i soldi arrivano... andiamo a vedere garanzia giovani che ci sono persone che ancora devono prendere i soldi di giugno 2015

    RispondiElimina
  2. i soldi sono pochini ,meglio che essere inoccupati.Consideriamo che non si possono lasciare chiusi i siti archeologici e dei beni culturali aperti solo in determinate ore secondo i vecchi contratti che garantiscono tanti diritti ai lavoratori non tenendo conto che certi lavori non hanno ore prestabilite i luoghi devono restare sempre aperti a disposizione dei visitatori

    RispondiElimina
  3. Questa è schiavitù, ma purtroppo in questo momento sentì dire, "meglio di niente".....

    RispondiElimina
  4. x questo ci marciano proprio "perchè meglio di niente", ma a forza di meglio di niente lavoreremo per la gloria!

    RispondiElimina
  5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  6. Bravissima giusy ormai funziona così perché tutti dicono meglio di niente e ci marciano sopra, tutto questo e una merda meglio di niente un cazzo,non esiste che una persona debba essere sfruttata in questo modo. Io sono un ragazzo di 29 anni che non lavora,e vi posso assicurare che se mi capitasse un lavoro con quella paga me ne starei a casa,più tosto che farmi sfruttare ed essere preso x culo solo in Italia abbiamo tutto sto schifo..

    RispondiElimina
  7. Bravissima giusy ormai funziona così perché tutti dicono meglio di niente e ci marciano sopra, tutto questo e una merda meglio di niente un cazzo,non esiste che una persona debba essere sfruttata in questo modo. Io sono un ragazzo di 29 anni che non lavora,e vi posso assicurare che se mi capitasse un lavoro con quella paga me ne starei a casa,più tosto che farmi sfruttare ed essere preso x culo solo in Italia abbiamo tutto sto schifo..

    RispondiElimina
  8. Bravissima giusy il mondo funziona così perché ormai tutti dicono meglio di niente tutto questo e una merda, meglio di niente un cazzo io sono un essere umano e tutto questo non esiste..

    RispondiElimina