Google+ Followers

giovedì 3 dicembre 2015

La trappola del patriottismo






Di Cloud's Walden

Vorrei semplicemente dire che identificarsi in una bandiera nazionale significa non aver capito assolutamente niente dei meccanismi del dominio e del capitaleNon aver capito neanche che si è schiavi, né quindi come lo si è diventati. 

Può capitare, certo, di non capire qualcosa, e d'altra parte il sistema, con le sue scuole, non viene mica a spiegarci come funziona il suo essere criminale, e in questo non capire le cose si può rimediare (volendo, ma il più delle volte non lo si vuole), ma ciò che ritengo pericolosissimo è proprio questa identificazione di se stessi in una bandiera, che è sempre qualcosa che proviene dall'esterno a noi e che equivale a dire lo sciogliersi, lo smaterializzarsi, l'annullarsi come singolo individuo per diventare quel burattino tra i burattini a cui si comanda con facilità, sapendo che l'ordine verrà da questo burattino eseguito perfettamente. 



E di fatto, quando una schiera di schiavi sfruttati si fa massa e si identifica nel concetto di patria nazionale, è sempre pronta a fare la guerra nei confronti di un'altra schiera di schiavi sfruttati che si identificano a loro volta nella loro bandiera. 






Ora, anche un demente sa che per eliminare definitivamente un problema bisogna eliminarne la causa che lo genera, ma eliminare stati e confini (anzitutto dalla propria testa) sembra alle masse ignoranti qualcosa di impossibile, proprio perché le masse ormai si sono identificate totalmente nella causa stessa del problema. 




La massa è colui che le guida, in tutto e per tutto, dall'esterno! 
Così gli errori e gli orrori si ripetono, le masse fanno finta di dispiacersene, magari inneggiano pure alla pace e alla fratellanza, ma al comando ricevuto partono immediatamente in guerra per difendere gli interessi dei padroni, altrimenti detti 'patria'.

Fonte: Cloud's Walden

2 commenti:

  1. Então tá tudo certo,é o mesmo que a nova ordem mundial,a globalização propõe!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  2. Então tá tudo certo,é o mesmo que a nova ordem mundial,a globalização propõe!!!!!!!!!!

    RispondiElimina