Google+ Followers

lunedì 31 agosto 2015

Un italiano a Londra


Questa è la lettera di Manuel che mi scrive da Londra le sue esperienze di vita e i suoi pensieri, dopo tre anni e mezzo all'estero:

"Ciao mi chiamo Manuel e quando ero adolescente pensavo di essere figo perché vestivo alla moda, prendevo per il culo i secchioni e mi facevo le canne.

Poi, all'età di 18 anni ho iniziato a lavorare nel mondo del poker romano dove giravano ancora i soldi, tanti e forse troppi per noi 20enni, e mi sentivo ancora più figo perché pensavo che avevo capito tutto nella vita, senza aver mai studiato nulla e soprattutto senza essermi mai sudato nulla.

Poi la crisi in Italia e quindi anche a Roma ha un po troncato i sogni di quelli che come me pensavano di non dover più pensare ai problemi,  e ci ha messo con i piedi per terra di fronte a quella che era la realtà dei fatti!

A 24 anni parto con la mia all'ora 22enne ragazza per Londra, città economicamente potente e stabile e ricca di opportunità, dove il nostro lavoro è a tutti gli effetti legale e riconosciuto e iniziamo a lavorare nei casinò notando subito quelli che sono i fattori diversi dall'italia:



primo, qua gli stipendi sono più bassi rispetto alla media guadagnata a Roma nei 3..4 anni d'oro... in cui ricordo nottate da 200/300 euro di guadagno, a volte di più, che ad un giovane montano la testa. 

Secondo, qua sono un immigrato e non il romano di Roma che ha soldi, vestiti firmati, tanti amici e una famiglia che non ti fa mancare nulla, dove mamma ti sveglia alle 2 del pomeriggio e a tavola c'è un bel piatto di pasta fumante che ti aspetta... 

E qua per tutte le persone come noi, senza qualifiche e che non hanno studiato un cazzo, ci sono si tanti lavori, ma solo "da operaio

Che sono la maggior parte degli impieghi che si possono trovare nei vari settori, ad esempio gastronomico... e un po in tutti quei lavori in cui hai una mansione meccanica che inizia e finisce, la svolgi, ringrazi e a fine mese hai uno stipendio, che raramente aumenta... insomma, commessi, camerieri, lavapiatti, segretarie e facchini tanto per capirci...




Pensavo Londra fosse il paese dei balocchi, dove tutto funziona:


Trasporti eccellenti, burocrazia semplice e funzionale, moneta sovrana, tanto turismo e tante cose belle da fare ma poi ho capito che è tutto un trucco: 

l'80% della gente lavora per 1000/1200 al mese o meno, paga stanze 400/500 al mese 
in case condivise,

...spesso fatiscenti e se va bene fa pari a fine mese, i perfetti clienti del consumismo! 

Il 20% muove il denaro e l'economia, investe, specula, guadagna, tanti neolaureati giovanissimi, qualificati che da tutto il mondo atterrano a Londra per lavorare nella finanza, nel legale ed in tutti quei settori in cui o sei laureato o neanche ti guardano... (AL tavolo da poker nei casinò ho visto più profili di persone io di un database).

Oggi chiamo Londra il punto zero! 


L'inizio da cui può arrivare l'opportunità della vita, il treno che ognuno aspetta, l'occasione... 

Qui si impara l'inglese, si impara a cucinare, a lavare a stirare, ad organizzarsi, si impara a risparmiare quando serve, a condividere, a non sprecare,ad essere puntuali a lavoro!!

è una città che può offrire tanto o meno di niente... 
Dove sei preda o predatore, in un "tutti contro tutti" per raggiungere fama successo potere denaro....




Oggi dopo 3 anni e mezzo di Londra 
capisco che l'essere figo, i soldi, la fama ecc sono cazzate rispetto a quello che è la salute 
la famiglia gli affetti veri, gli amici, 
l'amore vero di una donna.... 

Dopo 3 anni e mezzo ho capito che se lo possono prendere nel culo se pensano di farmi lavorare 40/45 ore la settimana per far guadagnare i milioni ad un proprietario di cui neanche conosco il viso...

Lavorate il minimo per campare e pagare le spese!

Non indebitatevi e non fate rate inutili per cose che non vi servono!
Dedicate il tempo a voi stessi e alle persone a voi care!
Dedicate il tempo ad hobby e passioni!
Mangiate sano e regolare!

Fate tanto sport!
Fate tanto sesso!

....andate a dormire senza pensieri che vi fottono il cervello...



Solo quando avete tempo da dedicare a voi stessi capite veramente quello che volete nella vita e le persone con cui volete stare e allora potete dedicarvi ad un piano che vi faccia uscire dal mondo dello schiavismo legale, proprio perchè come me non avete mai studiato un cazzo... 

Ma vi assicuro che ci stanno tante cose belle da scoprire e approfondire, e se non avete il tempo passerete la vostra vita a lavorare e lavorare per comprarvi una macchina per andare a lavoro e per pagare un mutuo, arrivare stanchi la sera, non poter giocare o passare il tempo coi vostri figli...


ed in poche parole non godervi un cazzo.

Ho passato un anno e mezzo a lavorare di notte in un casino, salvavo 400/500 al mese e pensavo: Di questo passo metterò da parte tanti soldi....


In un anno e mezzo 
ho solo lavorato/dormito/mangiato.... 

Niente amici se no tramite social... niente svaghi... problemi di salute...e spesso, dati i turni di lavoro totalmente differenti, incontravo la mia ragazza 1 o 2 volte a settimana nonostante dormissimo nello stesso letto... in poche parole stress, depressione, perdita dell'autostima, poca voglia di fare, pigrizia annullamento totale del proprio io!

Da lì ho capito: Devo fare qualcosa....serve un piano... non sono i soldi che fanno la felicità.... e così mollo tutto!!! 

Esatto, mollo il mio posto fisso da 1500£ al mese e passo 8 mesi a casa senza lavorare (che ogni persona che conosce Londra mi chiede come diavolo abbia fatto!) facendo spese iper selettive per pagare affitto/cibo/extra, tutto molto dispendioso in questa città.... circa 750/850 al mese per vivere.. 8mesi in cui tra ricerche, 
libri e piani strategici hanno portato al finire metà dei soldi salvati... ma almeno ho capito.


Ho capito quello di cui veramente 
ogni persona ha bisogno: il "Tempo"

Il nostro valore non è di 6, 7, o 8£ l'ora come vogliono farvi credere, ed 1 ora di tempo libero sfruttato bene per me non vale 7£ ma 1000£!!

Non siamo il nostro lavoro o il nostro salario.... simo quello che pensiamo e quello che facciamo, siamo quello in cui crediamo!!

Così ad oggi lavoro 2 giorni a settimana nel casino, 
Durante la settimana lavoro on line da casa e il mio lavoro consiste nel postare offerte di stanze libere disponibili in appartamenti privati dietro conto dei proprietari e qualora servisse portare le persone a vedere le stanze.

In più sto lavorando ad un progetto con altri ragazzi con cui ho aperto un'attività, "TiramisuLab" (anche su facebook), il cui nome dice di cosa ci occupiamo e quello che facciamo, e che si spera col tempo diventi la nostra unica fonte di guadagno... qualcosa di nostro di cui essere i padroni, senza dover dire si signore...

Sono arrivato a tutto ciò perché ho cercato, ho sperimentato, ho provato, ho domandato, mi sono informato e sopratutto ho fallito e sbagliato tante volte...


Senza però mollare... 

Ed oggi sono diverso da 3,5 anni fa, ho piu tempo per godermi le cose a me belle, non fumo più neanche le sigarette, faccio sport regolarmente, cucino con piacere a casa tutti i giorni per me e la mia ragazza e sono felice con la donna che amo e stimo e che mi ha sostenuto nelle scelte e nel percorso che ho fatto e mi ha sempre spronato a non mollare......non ce l'avrei fatta senza di Te!

Non omologatevi, non spaccatevi di lavoro per un salario minimo, siamo tutti persone uniche e insostituibili, ed uguali l'un l'altro e questo sistema economico capitalistico imperialista del tutto sbagliato non ci metterà in ginocchio se davvero non lo vogliamo... 
...non smettete mai di informarvi, di leggere e di cercare le verità e di porvi domande, solo cosi potete capire quelli che sono i vostri diritti di esserei umani e non essere schiavi di nessuno...

....e per tutti i secchioni a cui ho cagato il cazzo... scusate, ero un povero cieco.... sapesse quante cose belle ci sono da studiare ed 
approfondire nella vita e avete tutta la mia stima.... non è mai troppo tardi per capire... non è mai troppo tardi per svegliarsi...

London, 02/08/2015

Manuel - 27 anni





Nessun commento:

Posta un commento