Google+ Followers

martedì 31 marzo 2015

UNA VITA ARTIFICIALE

UNA VITA ARTIFICIALE




L'uomo moderno attualmente conduce una vita del tutto artificiale, una vita monotona e spesso senza uno scopo. 

Cosa siamo qui a fare?

Me lo chiedo spesso. La gente corre e corre, non fa altro che correre da casa a lavoro, dalle poste al supermercato, dal medico all'ospedale. La verità da sempre taciuta è che la causa del nostro malessere è proprio la vita frenetica che conduciamo.

Noi SCHIAVI DEL TEMPO, abbiamo inventato l'orologio e l'ora legale, ma che bisogno c'era? Potevamo vivere felici lo stesso, anzi, forse di più...

Questa vita artificiale non può che condurci verso il baratro della follia e dell'autodistruzione, lavoriamo TROPPO e pensiamo troppo POCO.

Siamo macchine non più umani, sappiamo eseguire gli ordine e portare a termine i nostri doveri, ma non conosciamo più nulla su noi stessi.

Non è forse così?

Daniele Reale


Nessun commento:

Posta un commento