Google+ Followers

mercoledì 22 febbraio 2017

L’ozio salverà il mondo

Risultati immagini per tè all'inglese

L’ozio salverà il mondo




“L’idea che il povero possa oziare ha sempre urtato i ricchi”

Bertrand Russell
(elogio ozio)


Oziare non solo è bello, ma colora la vita dell’individuo, la riempie di poesia, di amore e di creatività. Starsene fermi, godendo del dolce far niente, mette di buon umore e scaccia i brutti pensieri dalla testa.

La nostra è una società che ha estremo bisogno di riposare perché è diventata così tanto laboriosa da esserne diventata totalmente stupida. Basti pensare alla fatidica domanda che ci fanno e facciamo sempre: “Cosa fai nella vita?”.

Tutti rispondono parlando del lavoro che svolgono, mai nessuno che risponda semplicemente: “Vivo” .


Risultati immagini per ozio
Questo fatto di identificare la propria vita con il lavoro che si svolge, la dice lunga sul senso della vita moderna, e poi tutti questi stupri, queste sparatorie, questi omicidi tra le mura domestiche, sono il risultato di una civiltà che ha toccato da troppo tempo il fondo e non ne vuole sapere di darsi la spinta per risalire verso valori più elevati. 

Non vedo motivo di essere violento quando possiedi una casa, del buon cibo, un letto, un rapporto affettivo, tanti amici e una natura incontaminata su cui rifugiarti quando senti il bisogno di star solo. 
La casa, per esempio, dovrebbe spettare di diritto all’essere umano e non essere una fonte continua di spese. 





Che senso ha pagare una tassa sul possesso della casa, quando hai già speso una fortuna per acquistarla? 



Quando di rado poi accendo il televisore, le notizie sono sempre le stesse: 

“Rossi ha ucciso Gialli con quarantacinque coltellate sulla schiena, lasciandolo poi a terra in una grande pozza di sangue.” 

(notare come i media ci tengano a precisare sempre i minimi particolari del delitto).


Risultati immagini per ozioA quel punto io penso sempre: “Non mi stupisco se questi fatti accadono, mi stupirei invece se questi fatti non accadessero più, perché in una società così lontana dalla vita, dalla pace, dal rispetto verso il prossimo, dall’uguaglianza e dal buon senso, tutto questo è dannatamente normale.” 

Per questo predico tanto l’ozio, non c’è altra soluzione ai mali che affliggono l’umanità che una sana cura di buon riposo per il corpo, la mente e lo spirito, è giunta l’ora di rovesciare questo insensato culto della fatica e di sostituirlo con il culto del buon riposo.

Sia ben chiaro, riposare non significa non far nulla dalla mattina alla sera, ma fare il giusto, nulla di più, nulla di meno.

Daniele Reale



Tratto dal mio libro "Di riposo non è mai morto nessuno".
Libro in attesa di un gentile editore che si offra di pubblicarlo ad onor di causa e non a pagamento...


Risultati immagini per ozio

5 commenti:

  1. condivido ogni riga. Ti auguro di trovare un editore...sarò la tua prima lettrice. ciao Anna

    RispondiElimina
  2. Hai espresso cio che penso da molto tempo: l'innaturalità di questo stile di vita indotto da chi ha interessi ad avere un popolo di schiavi. Si è mai visto un ricco lavorare per qualcuno altro otto/ dieci ore al giorno? no! E non li biasimo! La natura dell'uomo è fatta per essere libera di pensare, sentire amare godere dell''attimo presente. Siamo tutti condizionati a credere che se non si fa qualcosa come non lavorare e poi andare in palestra e poi andare ad un corso e poi... , sei un fallito o un pigro o altro. Bisogna svegliarsi in massa da questo stato ipnotico e cambiare veramente il sistema idi credenze che ci è stato inculcato.. Detto questo spero il tuo libro trovi un editore illuminato

    RispondiElimina
  3. Esatto...Personalmente ho sempre detestato chi pronuncia
    quell' orribile frase: "Come ti guadagni da vivere?"...
    Io la vita me la sono guadagnata nascendo, che fra l' altro
    non è nemmeno una mia scelta, ma di altri!...

    RispondiElimina
  4. Intanto perché Non lo pubblichi su Lulu? Non hai bisogno di un editore, Lulu te lo stampa pure e lo manda a casa... e io sarei la prima acquirente ;)

    RispondiElimina
  5. Daniele, ogni tanto seguo i tuoi post e penso ci siano spunti interessanti. Se posso permettermi (in qualità di correttrice di bozze che ha lavorato in casa editrice :)) ti farei due appunti per ottenere più facilmente una pubblicazione ufficiale:
    cura di più la veste formale e grammaticale di quello che scrivi, è molto importante (fai attenzione a refusi,ripetizioni, layout, ecc.); devi assolutamente citare in modo puntuale le fonti delle notizie e delle opere letterarie da cui hai tratto i passaggi cardine del tuo pensiero. Le idee che proponi equivalgono a un vero e proprio sistema filosofico, e come tale devono contenere in giusta dose l'esperienza e il "sentire" personale, ma anche poggiare su solide fondamenta per reggersi adeguatamente ed essere il più possibile condvisibili. Spero di esserti stata in qualche modo d'aiuto, Vanessa

    RispondiElimina