Google+ Followers

mercoledì 17 agosto 2016

Il lavoro è una Maledizione



IL LAVORO è una MALEDIZIONE


Testo di Silvano Agosti


Bisogna che vi abituiate all'idea che il lavoro, anche nei testi sacri è una maledizione. Bisogna liberarsi dal lavoro.

E fare quel lavoro che è indispensabile che è pochissimo, per mantenere tutta l'umanità basterebbe un ora al giorno se lavorassero tutti. Il lavoro diventa una maledizione perché non ha più una funzione PRODUTTIVA ma una funzione REPRESSIVA.

....Parlando della rivoluzione dal 1968 al 1979 in Italia:

"A voi chiedete di vivere ! Ci pensiamo noi "Potere - Stato - Sistema" tachetéé...lavorate !!!

...Anzi venite in ginocchio a chiederci il lavoro.

...Anzi ringraziateci che noi vi procuriamo il lavoro.

...Anzi noi ci dovrete chiamare IMPRENDITORI
"datori di lavoro"...invece in realtà si tratta di PRENDITORI.


Non di imprenditori, ma di prenditori, perché prendono la vita degli altri e dandogli l'obbligo di lavorare per poter ESISTERE, facendoli lavorare 8 - 9 - 10 ore al giorno, impediscono di pensare...

E invece di diventare degli Esseri Umani, diventano qualsiasi altra cosa. Diventano dei ragionieri, mogli, papi, registi, editori, operai, qualsiasi cosa purché non diventino degli esseri umani, perché gli esseri umani sono INDOMINABILI.

Credono che l'italia sia una repubblica fondata sul lavoro, invece è una repubblica fondata sullo sfruttamento del lavoro, spietato!

Tratto da un discorso di Silvano Agosti

Nessun commento:

Posta un commento