Google+ Followers

mercoledì 17 febbraio 2016

Quando l'educazione non è LIBERTARIA, il sogno dell'oppresso è essere oppressore


Di Cloud's Walden

E' straordinario (no, ordinario!) vedere come le persone che raggiungono il potere, qualsiasi tipo di potere e massimamente quello governativo, si adeguino istantaneamente al diktat del Dominio, alla forma del Capitalismo, alla cattiveria, alle decisioni impopolari e alla corruzione sfrenata... insomma diventano subito e immancabilmente dei miserabili padroni, vigliacchi e oppressori, criminali e iperprotetti dalla società stessa. 

Ora non rimane altro da fare che concentrarsi sulle seguenti parole del pedagogista Paulo Freire

'quando l'educazione non è libertaria, 
il sogno dell'oppresso è essere oppressore'. 

Dopodiché, una volta essersi concentrati su queste parole e aver capito la morale intrinseca... ehmmm.... tornare come sempre a eleggersi padroni e soprattutto a mandare i figli a scuola, mi raccomando! (fanculo a tuttiiiiiii!)

Fonte: Facebook

Nessun commento:

Posta un commento