Google+ Followers

martedì 11 agosto 2015

Perché ci costringono a lavorare così tanto?






Perché gli esseri umani sono sempre stati costretti a lavorare undici ore invece che lavorarne tre?

La risposta è che quando un essere umano lavora più di tre ore al giorno, viene progressivamente azzerato, e quindi lo si può adoperare in qualsiasi modo, anche come un aspirapolvere, o come se fosse un elettore, facendogli eleggere persone di cui lui non sa nulla, oppure proponendogli un governo come quello che adesso c'è in Italia, che non è stato eletto da NESSUNO. Capisci?

Ecco perché il lavoro è sempre stato adoperato dagli apparati di potere come gabbia repressiva, non produttiva.

Silvano Agosti

Estratto da questa intervista: http://salvo5puntozero.tv/alla-conquista-di-se-stessi-con-silvano-agosti-12a-puntata-31072015/



5 commenti:

  1. L' uomo è un animale come tutti gli altri...si è costruito solide catene per essere manipolato e indotto in schiavitù! E' intelligenza questa?...E' l 'unico essere vivente che paga, nel senso letterale del termine, per mangiare e vivere su questo Pianeta e non godersi nemmeno un attimo l' unica esistenza che ha: nasce, lavora, consuma e muore. Non può (o non vuole) godersi la sola occasione irripetibile di assaporare la Vita; perché abbiamo solo questa!
    Perché gli altri esseri viventi, che noi consideriamo molto meno intelligenti di noi, sanno godersi la Vita mentre l 'uomo, stupidamente, non è in grado di farlo? Si deve riflettere su questo. Si accettano solo risposte Razionali!! Buona notte!...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai pienamente ragione! La risposta è solo una: il commercio ha rovinato tutto (inizialmente il commercio,ed attualmente il capitalismo). Una volta l'uomo viveva più o meno come gli altri animali: in mezzo alla natura,e si procacciava il cibo da solo...poi,qualcuno ha deciso che dovevamo "evolverci" e cosi' nacque il commercio,e quella è stata la fine della pace per l'umanità,da allora non abbiamo fatto altro che auto-distruggerci....si,abbiamo delle grandi comodità,e abbiamo fatto grossi progressi dal punto di vista scientifico e tecnologico...ma a che prezzo? Al prezzo di auto-indebolirci,e auto-ingabbiarci in questa macchina burocratica che è la società capitalistica...una società che ingabbia i poveri e che da la vera libertà solo a chi ha i soldi. Fortunatamente,sta a noi liberarci da tutta questa gabbia,ma ci vuole una forte convinzione e forza di volontà,per seguire delle strade alternative..

      Elimina
  2. http://italianimbecilli.blogspot.com/2011/02/societa-gilaniche-le-floride-comunita.html

    RispondiElimina
  3. Il ragionamento non fa una grinza! Ma come cambiare le cose se alla base (scuola, famiglia, società e istituzioni) non insegnano a cercare la verità? Da dove si può cominciare? Sarei curioso di saperlo...Grazie. Felicissima giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Werther Simoni, stè stra-cazzate darwiniane te le puoi allegramente risparmiare. Un essere Umano, non è "un animale come tutti gli altri".. Ha una sua natura istintuale così come c'è l'hanno gli animali, ma l'essere Umano ha anche qualcosa in più, un essenza spirituale, che lo rende oggettivamente un essere vivente superiore. Tutte le persone beatamente immerse nel puzzo della loro ignoranza e delle loro convinzioni prese dalla tv, o per sentito dire, mi fanno ridere, anche se vista la gravità della dichiarazione "l'uomo è un animale come tutti gli altri", non c'è nulla da ridere. Io AMO gli aminali, ne ho sempre avuti in casa, sin dall'infanzia, e ne ho tutt'ora, ma quando sento sapientini tuttologi che pontificano dall'alto della loro sicumera basata solo sui loro ragionamenti distorti fatti passare come vertità divina, non posso fare a meno di provare sincera pena. Si, pena, perchè è del tutto evidente a qualsiasi persona con un minimo di spiritualità (intesa nel suo senso più vero e profondo, non come sinonimo di "hippy" o "persona stravagante") che l'essere Umano è qualcosa IN PIU' degli altri esseri viventi del regno animale. Semmai l'essere Umano condivide il fatto di essere un mammifero come molte altre specie animali; ma l'essere Umano, proprio per la sua natura, è anche molto di più. Questo non per voler sminuire gli animali, che ripeto amo e con cui sono quotidianamente a contatto. Loro hanno il loro posto e il loro scopo nel grande disegno universale, così come l'essere Umano ha il suo, ma l'essere Umano, in potenza,è molto di più di un animale, qualsiasi esso sia. Tutte le persone che affermano il contrario sono persone estremamente ignoranti imbevute di materialsmo, realtivismo e darwinismo, e che malgrado loro non hanno la benchè minima idea della VERA natura dell'essere Umano.

      Elimina