Google+ Followers

venerdì 3 luglio 2015

L'imprenditore che si è tagliato lo stipendio per aiutare i suoi dipendenti



Storie come questa al giorno d'oggi sono una vera e propria rarità, ma per nostra fortuna accadono, Dan Price è un imprenditore americano, fondatore e ceo di Gravity Payments, società di Seattle, ha deciso di tagliarsi lo stipendio di 930 mila dollari, una cifra che per lo più corrisponde a 900 mila euro.

Questo gesto, spiega Dan Price, è stato fatto per poter aumentare lo stipendio annuo ai suoi dipendenti, vista la disparità di reddito che correva tra lui e loro. 

I suoi 120 dipendenti che prima percepivano un reddito annuo di 48.00 dollari (circa 45.000 euro), ora ne percepiscono circa il doppio.

“C’è una maggiore disuguaglianza oggi rispetto a quella che c’è stata dopo la Grande Recessione”, ha detto Price all’The Huffington Post statunitense. 



“Ho pensato a questo e mi sono detto: ‘È il momento. Non posso far passare un altro giorno senza che faccia qualcosa per questo”. Lo stipendio dei suoi lavoratori raggiunge adesso i 70 mila dollari annui, cifra appena sotto quella considerata da uno studio di Princeton University del 2010 come un punto di riferimento ideale per avere una vita dignitosa.

L'idea di alzare lo stipendio ai suoi dipendenti è anche una strategia di marketing, perché lavoratori più pagati significa lavoratori più motivati ad eseguire al meglio il proprio lavoro.

“Questa è una soluzione capitalista di un problema sociale”, ha concluso detto Price.

Non ci resta che sperare che anche qui in Italia i nostri imprenditori, prendano esempio da lui...

Nessun commento:

Posta un commento