Google+ Followers

giovedì 30 luglio 2015

BARI: Operai Bridgestone in rivolta



A Bari c'è da tempo aria di malcontento, lo sanno bene gli operai della Bridgestone, nota marca di pneumatici, che già reduci in passato di tagli dello stipendio, ora si ritrovano nuovamente sotto di fronte a drastiche decisioni da parte dell'azienda,

Il  piano aziendale prevede infatti un taglio netto agli scatti d'anzianità, e nuovi straordinari, il tutto verrà fatto attraverso un referendum, annunciano i sindacati.

I lavoratori si preparano al referendum, dopo una giornata particolarmente accesa, dove si è più volte sfiorata la rissa durante l'assemblea. 


Gli operai sono su tutte le furie, uno di loro grida: "Ci state togliendo la dignità!"

La rabbia esplode quando gli operai durante l'assemblea vengono al corrente dei dettagli del piano aziendale Bridgestone, che conferma ben 187 esuberi, via gli scatti d'anzianità, un aumento dei turni e ulteriori tagli degli stipendi. Già nel 2013 gli operai Bridgestone, su pressione dell'azienda, avevano rinunciato alla mensa, alla mini-quattordicesima, ai premi d'anzianità e agli incentivi sulla produttività a cottimo.

In parole povere, gli operai con uno stipendio medio di 1800 euro mensili, avevano già perso precedentemente 400 euro, ora si ritrovano a rinunciare ad ulteriori 200-300 euro! 


Nessun commento:

Posta un commento